TLAXCALA تلاكسكالا Τλαξκάλα Тлакскала la red internacional de traductores por la diversidad lingüística le réseau international des traducteurs pour la diversité linguistique the international network of translators for linguistic diversity الشبكة العالمية للمترجمين من اجل التنويع اللغوي das internationale Übersetzernetzwerk für sprachliche Vielfalt a rede internacional de tradutores pela diversidade linguística la rete internazionale di traduttori per la diversità linguistica la xarxa internacional dels traductors per a la diversitat lingüística översättarnas internationella nätverk för språklig mångfald شبکه بین المللی مترجمین خواهان حفظ تنوع گویش το διεθνής δίκτυο των μεταφραστών για τη γλωσσική ποικιλία международная сеть переводчиков языкового разнообразия Aẓeḍḍa n yemsuqqlen i lmend n uṭṭuqqet n yilsawen dilsel çeşitlilik için uluslararası çevirmen ağı

 25/09/2020 Tlaxcala, the international network of translators for linguistic diversity Tlaxcala's Manifesto  
English  
 Giorgio Cremaschi 
Author /   Giorgio Cremaschi
Giorgio Cremaschi
Biographies available: Italiano  Français  English  Deutsch  Español 

 


Giorgio Cremaschi

 

Giorgio Cremaschi (Bologna, 27 settembre 1948) è un sindacalista italiano, portavoce nazionale di Potere al Popolo. È stato presidente del Comitato Centrale della Fiom, l'organizzazione dei metalmeccanici della Cgil, dal 2010 al 2012. E' tra gli animatori della Piattaforma sociale Eurostop.
 
Si è laureato in Scienze politiche all'Università di Bologna.
 
Dopo le prime esperienze nel sindacato della scuola del capoluogo emiliano, arrivò a Brescia nel 1974 per un incarico all'interno del progetto delle «150 ore», iniziativa realizzata dall'allora sigla unitaria dei metalmeccanici, la Flm (Federazione lavoratori metalmeccanici), per la formazione e il conseguimento d'un titolo di studio da parte degli operai bresciani.
 
Gli anni Ottanta lo hanno visto protagonista degli scontri sindacali in numerose aziende della provincia; confronti accesi e scontri durissimi legati non solo all'organizzazione del lavoro e al salario, ma pure al ruolo del sindacato in azienda. Dopo la lunga parentesi alla Fiom di Brescia (di cui è stato anche segretario generale dal 1981 al 1988), ha iniziato l'esperienza dei vertici nazionali di categoria, quindi quella non meno intensa della Fiom torinese, e poi, nuovamente a Roma, quella di segretario nazionale dei metalmeccanici della Cgil. In questo periodo aderisce, come semplice iscritto, a Rifondazione Comunista.
 
Dal 2005 è stato leader dell'area programmatica interna alla Cgil denominata "Rete 28 aprile" . Dal 2010 fino all'estate 2012 è stato presidente del Comitato centrale della Fiom.
 
Dall'estate 2011 è tra i promotori ed attivisti di primo piano del comitato "No Debito".
 
Nel 2013 diventa tra i primi ad organizzare la rete anticapitalista nazionale "Ross@" insieme a Nazareno Festuccia e altri. Il 2 dicembre 2013 presenta, come primo firmatario, il Documento II "Il sindacato è un'altra cosa - rivendicAZIONI per una CGIL indipendente, democratica, che lotta", in antitesi al Documento I (prima firmataria Susanna Camusso, proposto da tutta la segreteria nazionale eccettuato Cremaschi) "Il lavoro decide il futuro". Entrambi i documenti andranno a votazione tra gli iscritti CGIL il 6, 7, 8 maggio 2014 in occasione del XVII Congresso CGIL.

Il 15 settembre 2015 Cremaschi, con un articolo pubblicato su The Huffington Post, intitolato "Perché lascio la Cgil", annuncia pubblicamente e spiega i motivi della sua decisione di abbandonare il sindacato di Corso Italia, restituendo la tessera dopo 44 anni di militanza: «Oramai mi sento totalmente estraneo a ciò che realmente è questa organizzazione e non sono in grado minimamente di fare sì che essa cambi.». 

Libri di Giorgio Cremaschi





URL: http://blog-micromega.blogautore.espresso.repubblica.it/category/giorgio-cremaschi/

URL of this page : http://www.tlaxcala-int.org/biographie.asp?ref_aut=5257&lg_pp=it


 All Tlaxcala pages are protected under Copyleft.