TLAXCALA تلاكسكالا Τλαξκάλα Тлакскала la red internacional de traductores por la diversidad lingüística le réseau international des traducteurs pour la diversité linguistique the international network of translators for linguistic diversity الشبكة العالمية للمترجمين من اجل التنويع اللغوي das internationale Übersetzernetzwerk für sprachliche Vielfalt a rede internacional de tradutores pela diversidade linguística la rete internazionale di traduttori per la diversità linguistica la xarxa internacional dels traductors per a la diversitat lingüística översättarnas internationella nätverk för språklig mångfald شبکه بین المللی مترجمین خواهان حفظ تنوع گویش το διεθνής δίκτυο των μεταφραστών για τη γλωσσική ποικιλία международная сеть переводчиков языкового разнообразия Aẓeḍḍa n yemsuqqlen i lmend n uṭṭuqqet n yilsawen dilsel çeşitlilik için uluslararası çevirmen ağı

 31/05/2020 Tlaxcala, the international network of translators for linguistic diversity Tlaxcala's Manifesto  
English  
 EDITORIALS & OP-EDS 
EDITORIALS & OP-EDS / Un virus di distruzione di massa
Date of publication at Tlaxcala: 10/05/2020
Original: Virus of Mass Destruction
Translations available: Français  Deutsch  Español  Русский 

Un virus di distruzione di massa

C.J. Hopkins К. Дж. Хопкинс

Translated by  Markus

 

Nell’introduzione di nuova narrativa ufficiale, arriva il momento in cui le persone non ricordano più come era iniziata tutta la storia. O meglio, ricordano come era iniziata, ma non la propaganda che l’aveva iniziata. O, piuttosto, ricordano tutto (o sono in grado di farlo, se vengono interrogate), ma la cosa non fa più alcuna differenza, perché la narrativa ufficiale ha ormai soppiantato la realtà.

Potreste ricordare questo fatto dalla Guerra al Terrore e, in particolare, dall’occupazione dell’Iraq. Già nella seconda metà del 2004, la maggior parte degli Occidentali aveva completamente dimenticato la propaganda che aveva scatenato l’invasione e quindi considerava i militanti della resistenza irachena dei “terroristi,” nonostante il fatto che gli Stati Uniti avessero invaso e stessero ancora occupando il loro paese senza alcun legittimo motivo. All’epoca, era ormai ovvio che le “armi di distruzione di massa” non esistevano, che gli Stati Uniti avevano invaso una nazione che non l’aveva attaccata e che non rappresentava nessuna minaccia, e che stavano conducendo una vera e propria guerra di aggressione.

Questi fatti non erano stati ritenuti importanti, neanche un po’. A quel tempo, gli Occidentali erano completamente immersi nella narrativa ufficiale della Guerra al Terrore, che aveva sostituito la realtà oggettiva. La mentalità di gregge aveva preso il sopravvento. Non è facile descrivere il suo funzionamento; è uno stato di dissociazione funzionale. Non era che le persone non conoscessero i fatti o che non li capissero. Sapevano che gli Iracheni non erano “terroristi.” Allo stesso tempo, sapevano che erano sicuramente “terroristi,” nonostante sapessero che non lo erano. Sapevano che non c’erano armi di distruzione di massa, che non c’erano mai state armi di distruzione di massa e, tuttavia, erano certi che ci fossero armi di distruzione di massa e che sarebbero state trovate, sebbene, chiaramente, non esistessero. 

Continua a leggere...





Courtesy of Comedonchisciotte
Source: https://www.unz.com/chopkins/virus-of-mass-destruction/
Publication date of original article: 04/05/2020
URL of this page : http://www.tlaxcala-int.org/article.asp?reference=28898

 

Tags: Crisi del coronavirusMediamenzognePropaganda di guerra
 

 
Print this page
Print this page
Send this page
Send this page


 All Tlaxcala pages are protected under Copyleft.