TLAXCALA تلاكسكالا Τλαξκάλα Тлакскала la red internacional de traductores por la diversidad lingüística le réseau international des traducteurs pour la diversité linguistique the international network of translators for linguistic diversity الشبكة العالمية للمترجمين من اجل التنويع اللغوي das internationale Übersetzernetzwerk für sprachliche Vielfalt a rede internacional de tradutores pela diversidade linguística la rete internazionale di traduttori per la diversità linguistica la xarxa internacional dels traductors per a la diversitat lingüística översättarnas internationella nätverk för språklig mångfald شبکه بین المللی مترجمین خواهان حفظ تنوع گویش το διεθνής δίκτυο των μεταφραστών για τη γλωσσική ποικιλία международная сеть переводчиков языкового разнообразия Aẓeḍḍa n yemsuqqlen i lmend n uṭṭuqqet n yilsawen dilsel çeşitlilik için uluslararası çevirmen ağı

 14/12/2018 Tlaxcala, the international network of translators for linguistic diversity Tlaxcala's Manifesto  
English  
 LAND OF PALESTINE 
LAND OF PALESTINE / Per Netanyahu, vivere con la spada*, ha pagato
Date of publication at Tlaxcala: 15/05/2018
Original: For Netanyahu, life by the sword has paid off
Translations available: Français 

Per Netanyahu, vivere con la spada*, ha pagato

Gideon Levy جدعون ليفي גדעון לוי

Translated by  Alba Canelli

 

L'Iran è stato umiliato pubblicamente, i palestinesi sono schiacciati e lunedì saranno calpestati in pompa magna durante l'inaugurazione dell'ambasciata USA a Gerusalemme. Questi giorni sono un'enorme vittoria per Netanyahu.

Sono giorni di grande vittoria per il primo ministro Benjamin Netanyahu, per la destra e per i nazionalisti israeliani. Questi sono giorni di vittoria per il percorso che hanno scelto, la via della forza, quella della loro fede, la fede nel popolo eletto che può fare tutto ciò che gli piace.

L'Iran è stato umiliato pubblicamente, i palestinesi sono schiacciati e lunedì saranno calpestati in una grande cerimonia durante l'inaugurazione dell'ambasciata americana a Gerusalemme. Gaza è assediata e Israele esulta. Domenica, il Giorno di Gerusalemme, persone innocenti saranno forse uccise a Gaza e Gerusalemme.

"Da JerUSAlem DC (la capitale di David) a Washington DC, Dio benedica Trump": poster del gruppo sionista-cristiano Friends of Zion (Amici di Sion)

Il 14 maggio, giorno del trasferimento dell'ambasciata, persone innocenti verranno sicuramente uccise a Gaza e in Cisgiordania. Il giorno dopo, il giorno della Nakba, molti altri saranno uccisi.

La vittoria di Israele, una breve nota biografica: corpi di palestinesi ammucchiati di cui il mondo non si preoccupa più, un assedio di Gaza che non interessa più a nessuno, le basi iraniane bombardate senza reazione da parte loro, sanzioni contro Iran e un'ambasciata americana a Gerusalemme, è un regalo per l'occupante e uno schiaffo per le vittime dell'occupazione. Un buon motivo per celebrare la vittoria con grida di gioia in Israele.

Prima hanno vinto i coloni, hanno deciso il destino dello stato e del regime; poi il presidente degli Stati Uniti Donald Trump vinse e diede a Israele il permesso di fare qualunque cosa gli piacesse, e ora Netanyahu è proclamato il grande vincitore. Questi giorni sono quelli del successo della sua dottrina e della vittoria per il suo Israele. Dobbiamo ammetterlo. Le profezie che predicevano la nostra rovina, dicendo che tutto questo ci sarebbe esploso in faccia, le rimostranze di coloro che hanno affermato che l'occupazione non sarebbe durata per sempre, che Israele non potrebbe vivere solo con la spada, che l'Iran Era molto pericoloso, tutti si sono rivelati sbagliati, per il momento. Nulla è ancora esploso, la vita con la spada è stata ripagata, la fine dell'occupazione ora sembra lontana, così come la fine del governo di destra.

"Trump, rendi di nuovo grande Israele"

Queste previsioni deprimenti sono tra le più ottimistiche. L'alternativa è la guerra con l'Iran, Hezbollah e Hamas, e chi altro ancora? E' così quando non c'è una vera alternativa, nessuna idea e nessuno a guidare la lotta. Sparare ai manifestanti da Gaza e continuare l'assedio? Denunciare l'accordo con l'Iran e bombardare la Siria, tutti applaudono. E quasi tutti celebrano il trasferimento dell'ambasciata a Gerusalemme, incluso il deputato "di sinistra" che mendica un invito.

Domani gli USA diranno ai palestinesi che si stanno prendendo gioco della loro situazione, che agli occhi degli Stati Uniti non hanno alcun diritto, che la soluzione dei due stati è morta. All'Iran, gli Stati Uniti dicono: Netanyahu aveva ragione. L'accordo è cattivo e deve essere revocato. Due bellissimi regali per Israele.

Nota di Tlaxcala

*Allusione a una dichiarazione di Netanyahu dell'ottobre 2015 davanti al Knesset. Aveva detto all'opposizione: "Pensate che ci sia una bacchetta magica, ma io non sono d'accordo. Mi viene chiesto se vivremo per sempre con la spada. Sì!"  Il nostro commento: "Allora Gesù gli disse: Rimetti la tua spada al suo posto; perché tutti quelli che prendono la spada periranno per la spada"(Matteo 26:52) e "Hai operato con la spada e con la spada perirai" (Eschilo, Agamennone, verso 1558).

"Presidente Trump, congratulazioni per la sua decisione di trasferire la vostra Ambasciata a Gerusalemme P.S: Se stai cercando uno sviluppatore, chiama Johnny": annuncio di uno sviluppatore del progetto di "rinnovamento urbano" Tama 38, volto ad aggravare la giudaizzazione di Gerusalemme





Courtesy of Tlaxcala
Source: https://www.haaretz.com/opinion/life-by-the-sword-has-paid-off-1.6076756
Publication date of original article: 13/05/2018
URL of this page : http://www.tlaxcala-int.org/article.asp?reference=23395

 

Tags: USAPalestina/IsraeleOccupazione sionistaBenjamin NetanyahuIranNakbaGerusalemmeDonald Trump
 

 
Print this page
Print this page
Send this page
Send this page


 All Tlaxcala pages are protected under Copyleft.